Le forme espressive dell’argento: la Fabbrica di San Lorenzo
Fabio Noli 11 Maggio 2021

Nasce nel 1970 a Milano la prestigiosa storia degli Argenti San Lorenzo. L’obiettivo della fabbrica fin dalla sua nascita è quello di rinnovare il linguaggio espressivo degli argenti secondo i principi del design. L’idea di scegliere un solo materiale – e per di più un metallo prezioso – come mezzo espressivo della cultura contemporanea, come segno del proprio tempo, è stata una grande innovazione. Difficile da capire in un tempo in cui i manufatti d’argento sono ancora fortemente legati alla tradizione classica.

Fabbrica di San Lorenzo
Fabbrica San Lorenzo. Design arch. Franco Albini & Franca Helg. Lattiera, Milano 1970-1995

Durante la prima decade dalla sua nascita, la Fabbrica stabilisce collaborazioni importanti con i più illustri designers italiani di quegli anni, tra cui Franco Albini e Franca Helg, Antonio Piva, Maria Luisa Belgiojoso, Lella e Massimo Vignelli (con i quali saranno realizzate opere ed oggetti dedicati al culto cristiano) e Afra e Tobia Scarpa. Con i coniugi Scarpa, la fabbrica realizzerà le più importanti opere della propria produzione. Oltre agli oggetti ed utensili di design, si instaurano anche collaborazioni puramente artistiche con Man Ray, Mario Ceroli e Luigi Veronesi.

Fabbrica San Lorenzo. Design arch. Antonio Piva. Ciotola filo, 1970-1995


Agli inizi degli anni ’90, la Fabbrica inizia ad impiegare per i suoi prodotti l’Argento Puro (titolo 999/°°°), considerato dalla letteratura come privo di caratteristiche metallurgiche per la realizzazione di argenterie, è il più significativo risultato dell’intuizione e della ricerca di San Lorenzo nel campo dell’innovazione tecnologica. In collaborazione con Afra e Tobia Scarpa, dopo aver messo a punto una specifica tecnologia, inizia la produzione di manufatti in Argento Puro 999/°°°.

Fabbrica di San Lorenzo
Fabbrica San Lorenzo. Vassoio ovale. Milano 1970-1995


Ad ottobre 1995 si inaugura a Londra al Victoria & Albert Museum “1970–1995 The Work of the Silversmith’s Studio San Lorenzo Milano”, mostra monografica sull’attività di San Lorenzo dal 1970 al 1995. Sono stati esposti 150 pezzi, e al termine della mostra numerosi oggetti sono entrati a far parte della collezione permanente del Museo e sono esposti nelle celebri Silver Galleries.

Fabbrica di San Lorenzo
Fabbrica San Lorenzo. Design arch. Franco Albini & Franca Helg.
Posacenere pannocchia. Milano 1970-1995

Negli anni 2000 la Fabbrica di San Lorenzo intraprende diversi importanti progetti artistici come la collezione 12 monili d’argento opere di Design create da 12 donne designer di fama internazionale o la produzione di 4 vasi d’argento in edizione numerata di 9 esemplari per ogni progetto. In occasione del centenario della nascita di Carlo Scarpa, San Lorenzo ha eseguito, secondo disegni di Tobia Scarpa, La prima serie è stata esposta nella mostra “x i 100 di Carlo Scarpa (1906–2006)”, Palazzo Bomben, Treviso.

Scopri tutti i lotti della Fabbrica San Lorenzo in asta su cambiaste.com

Avatar
Fabio Noli